Dopo un anno e mezzo la nostra storia è finita.

Considerando che tutti ci davano  solo sei mesi di tempo, siamo durati decisamente più del previsto!

È stata una rottura brusca, senza ritorno, improvvisa e definitiva che ha cancellato ogni parte di te, lasciando solo un vago ricordo in bocca. Fatto a pezzi in tre colpi.

Una relazione intima, la nostra, condividendo tutto, masticando le stesse fatiche, mandando giù gli stessi grumi di saliva e infliggendoci qualche reciproca ferita. Sì, perchè ogni tanto mi facevi del male, con quei tuoi lati spigolosi e pungenti, ti stringevi troppo a me, ma mi facevi anche ridere perché riuscivi a rendere tutto più comico, comprese le piccole sfighe quotidiane.

È strano, liberatorio e nostalgico, non sentirti più.

Insieme abbiamo trascorso la nostra seconda adolescenza di riscatto.

I primi tempi ci siamo odiati: ancor prima di conoscerci già ci stavamo antipatici, destinati a un’unione forzata e di interesse. Poi, giorno dopo giorno, abbiamo imparato a convivere, prendendoci reciprocamente le misure, abituandoci l’uno all’altra, contando sulla pazienza e sul tempo che, si sa, sistema le cose. Abbiamo conquistando simpatie e compassioni, ammiccato a chi ci apprezzava, suscitato risatine, sguardi enigmatici, occhiate maliziose e collezionato paranoie dopo ogni pasto fuori casa.

Ci siamo presi in giro quel che bastava a tirare avanti, ma alla fine eravamo arrivati a capirci bene e sembrava che ci conoscessimo da sempre. Tanto da dimenticarci che eravamo costretti in una cosa sola.

Era scritto che dovesse finire, prima o poi, lo sapevamo fin dall’inizio. Forse è proprio per questo che abbiamo deciso di provarci, sopportandoci tanto da volerci quasi bene.

E poi di colpo non ci sei più.

Mi passo la lingua sui denti e sento la tua assenza, non vedo più il tuo riflesso metallico allo specchio.

Ho come idea che ti dimenticherò in fretta, ma non so come, mi mancherai…

brace2

Annunci