In questi tempi di monnezza l’unica saggia via d’uscita è il riciclaggio della materia, compiere il vero miracolo non facendola sparire, ma rendendola fertile, anche se in apparenza non lo è affatto: insomma, far nascere fiori dal letame, come cantava De Andrè.  La soluzione redditizia è ricavare qualcosa  dai rifiuti-che presto saranno la sola sostanza  inesauribile del pianeta-: energia, lavoro, soldi, arte, racconti, filosofia di vita. Voglio lucrarci pure io e ne prendo spunto per la mia tesi perchè mi sa che può c’entrare anche la letteratura.

Oscillo tra due atteggiamenti. Da una parte  c’è l’esperienza catartica di buttare via quello che non si è. Come  Calvino che portando fuori la pattumiera, quella sera, intuì che nell’esistenza

“…il buttar via è la prima condizione indispensabile per essere, perchè si è ciò che non si butta via, il primo atto fisiologico e mentale è il separare la parte di me che resta e la parte che devo lasciare che discenda in un al di là senza ritorno. […] Dunque questa quotidiana rappresentazione della discesa sottoterra, questo funerale domestico e municipale della spazzatura, è inteso in primo luogo ad allontanare il funerale della persona, a rimandarlo sia pur di poco, a confermarmi che ancora per un giorno sono stato produttore di scorie e non scoria io stesso.”         Italo Calvino, La poubelle agréée

Dall’altra parte c’è il la curiosità irrefrenabile di frugare nella robaccia e cavare fuori qualcosa di buono dal bidone, il recupero archeologico di quel che resta. Nel mio lavoro non voglio essere una trituratrice indifferente ma una raccoglitrice di “mongo”. Sì, “mongo” che non è una parolaccia abbreviata,  non è lessico francese, cinese o africano, ma puro slang newyorkese per definire oggetti che dopo essere stati buttati via vengono raccolti, ritrovati, salvati. Credo sia attraverso uno scarto rigenerato che l’uomo possa salvare se stesso, ridandoci un senso. Perchè se alcune scorie meritano di essere salvate vuole dire che parlano ancora un po’ di noi.

p.s. I suggerimenti di qualsiasi genere sul tema sono ben accetti!

Annunci